Cultura, competitività, natura, territorio

Visure on site

La Regione dell'Umbria possiede, a mio giudizio, il miglior WMS (Web Map Service) italiano. Si veda, ad esempio: http://www.umbriageo.regione.umbria.it/canale.asp?id=365.

Quello che propongo è di sfruttare al meglio questo servizio (magari trasformandolo in WFS) creando una app basata su gps, la quale, interagendo con il WMS-Umbria, effettui l'identificazione catastale del punto geografico in cui si trova fisicamente la persona che effettua la richiesta. In pratica, non un servizio di geolocalizzazione, come tanti se ne vedono oggi e che sostanzialmente ci dicono dove si trova un punto di interesse, bensì l'esatto opposto: identificare i dati catastali di un punto conoscendone le coordinate geografiche (fornite dal gps dello smartphone). Questo tipo di servizio risulterebbe molto utile nel caso di terreni situati in zone periferiche oppure extraurbane. Va da sé che il dettaglio dei dati forniti agli utenti dovrebbe essere opportunamente suddiviso in scale crescenti, ad esempio: solo foglio catastale; foglio e particella; foglio, particella, sub; foglio, particella, sub, proprietario, ecc..

.

Tags

Voting

5 votes
Active
Idea No. 80