Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Solidarietà è saper stare insieme, costruire ricchezza collettiva impiegando bene il tempo che ciascuno mette a disposizione per fare comunità. La storia dell'Umbria è fatta di solidarietà e di comunità, l'associazionismo ed il volontariato ne sono le fondamenta necessarie per vivere bene nei piccoli paesi e nelle grandi città. Su queste fondamenta dobbiamo costruire insieme, valorizzare le specializzazioni e fare in modo che anche la sussidiarietà sia uno dei mattoni su cui progettare il nostro futuro di collaborazione e sostegno. Quella sussidiarietà che è la “mano” dello Stato a supporto dell'iniziativa dei cittadini e delle imprese, delle comunità ed è la capacità dei diversi attori di agire in sinergia. Fare rete significa rispetto e fiducia reciproca, la stessa idea di solidarietà che insieme a comunità, specializzazione e sussidiarietà sono le radici antiche che oggi meglio rappresentano l'idea di innovazione sociale. Fare rete è anche creare e rendere disponibili “beni comuni” a cui il territorio può attingere come la conoscenza diffusa, la disponibilità di competenze qualificate, la presenza di imprese fornitrici di servizi o di tecnologia, un ambiente sociale che premia i comportamenti non opportunistici, un governo del territorio che favorisce l’integrazione tra gli attori. Fare rete significa infine che le singole imprese diventano complementari le une con le altre e accumulano specializzazioni produttive, abilità, conoscenze e tecnologie che producono valore principalmente dentro la rete e allo stesso tempo riducono i costi della grande quantità di transazioni commerciali dentro e fuori la rete. Servono idee innovative che non lascino le iniziativa dei singoli e delle associazioni isolate, dimenticate, poco visibili. Serve il contributo di tutti in termini di visioni, di proposte, di suggerimenti, di esperienze, da parte di chi vive l'Umbria, il suo territorio e la sua gente, per fare in modo che la solidarietà sia un volano di sviluppo e non solo un paracadute sociale.

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Attivare una "comunità di costruttori di reti" in Umbria

Prevedere dei "focal point" (persone di riferimento) in ogni ente pubblico ed attore privato interessato, a cui possa rivolgersi chiunque altro voglia attivare una "rete" inter-istituzionale e/o pubblico-privato, ovvero identificare e formare delle persone che sia possibile reperire in un elenco pubblico regionale sul web e che poi si facciano carico di far circolare la notizia all'interno del proprio ente o azienda. ...more »

Submitted by

Voting

0 votes
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Usare i servizi digitali della PA anche a favore di professioni

Visto che in molti casi i professionisti inviano la documentazione da loro prodotta alle PA (che devono poi conservare tali file digitali a norma di legge) garantire ai privati la possibilità nel tempo di accedere all'archivio on line dei file da loro prodotti, offrendogli così la possibilità di dematerializzare il loro archivio cartaceo. Al limite, per completare l'archiviazione on line offrire ai professionisti la ...more »

Submitted by

Voting

0 votes
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Sogno3.0 - Alfabetizzazione "digitale" anziani adulti e bambini

Per la crescita è indispensabile l'alfabetizzazione "digitale" di anziani, adulti, giovani e bambini. Progetti formativi da mettere in campo subito, nelle scuole, nei circoli, nelle associazioni, negli oratori e in ogni luogo dove si possa realizzare il "sogno 3.0". In felice sintesi di concetto, una vera e propria "SCUOLA DIGITALE" da attivare nelle strutture formative della nostra società. Le reti di conoscenza si possono ...more »

Submitted by

Voting

0 votes
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

sogno3.0

D'accordo con il presidente Soru, nel suo presupposto ideologico. Ma le alternative?

Submitted by

Voting

0 votes
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

comunità coesa e inclusiva

la paura del digital divide può aiutare a superare la paura del diverso: più che formare gli assistenti degli anziani, è preferibile affiancare esperti disabili a impacciati neofiti del web. umbriadigitale per una vera comunità inclusiva.

Submitted by

Voting

0 votes
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Solidarietà

Propongo una piattaforma dove convergano dati inerenti le persone che ricorrono ai servizi di assistenza delle varie iniziative di solidarietà del privato sociale (a cominciare dalle caritas parrocchiali) e che ricorrono ai servizi sociali dei comuni . Per la privacy il singolo "nodo" sarà abilitato a vedere solo segnalazioni di accesso all'utilizzo dei servizi resi da altri "nodi" pubblici o privati, mentre vedrà tutti ...more »

Submitted by

Voting

0 votes
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Programmare incontri di "Outreach"

Outreach è una metodologia utilizzata nei processi di progettazione partecipata in ambito anglosassone, che permette di coinvolgere soggetti che altre tecniche non consentono di coinvolgere/raggiungere. Gli incontri di outreach consistono nell’ "andare fuori" ad incontrare gruppi di interesse locali e singole persone, a seguito di un invito da parte loro, nel proprio ambiente e secondo i propri tempi, per discutere ...more »

Submitted by

Voting

1 vote
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Biblioteche, digital divide, integrazione sociale

Le biblioteche in Umbria sono oltre 250 distribuite su tutto il territorio, sono 'rete' da molti anni, e fanno parte del piano sociale regionale. Possono diventare luoghi di riferimento per la formazione permanente e l'informazione di base per i cittadini, per l'uso delle tecnologie, il reperimento delle informazioni, l'accesso alla documentazione di fonte pubblica (DFP), la cooperazone con scuole, università, enti, associazioni ...more »

Submitted by

Voting

1 vote
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Video tutorial per facilitare il rapporto con la PA

Sarebbe utile produrre dei video tutorial per aiutare i cittadini a comprendere più facilmente come accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione, come inoltrare domande ecc. I suddetti video dovrebbero essere realizzati in modo da facilitare la comprensione anche di argomenti complessi.

Submitted by

Voting

1 vote
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Punti di Accesso Assistito ai servizi in rete - PAAS -

In Toscana è già attiva dal 2005 una rete di Punti di Accesso Assistito ai Servizi in rete (PAAS), grazie ad un finanziamento regionale di cui hanno beneficiato i Comuni, che hanno stipulato accordi con le associazioni di volontariato locali. I Punti PAAS sono gestiti da volontari che aiutano in forma gratuita i cittadini meno esperti nella navigazione in rete e nella fruizione dei servizi on-line (ad esempio iscrizioni ...more »

Submitted by

Voting

1 vote
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

scuole senza computer e senza rete

V Circolo di Perugia

Submitted by

Voting

1 vote
Active

Campaign: Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

e-democracy e commissioni/comitati con garanzia di voto anonimo

Attivare consultazioni "e-democracy" o effettuare a distanza votazioni nell'ambito di commissioni, comitati, tavoli, ecc attraverso strumenti telematici in cui sia garantita la sicurezza, la non ripudiabilità ma anche (ove serve) l'anonimato del voto espresso, applicando la ricerca in questo campo già fatta ad Ingegneria [idea emersa il 19/03/2013 durante la discussione nell'incontro di presentazione dell'agenda alla ...more »

Submitted by

Voting

2 votes
Active