Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Solidarietà è saper stare insieme, costruire ricchezza collettiva impiegando bene il tempo che ciascuno mette a disposizione per fare comunità. La storia dell'Umbria è fatta di solidarietà e di comunità, l'associazionismo ed il volontariato ne sono le fondamenta necessarie per vivere bene nei piccoli paesi e nelle grandi città. Su queste fondamenta dobbiamo costruire insieme, valorizzare le specializzazioni e fare in modo che anche la sussidiarietà sia uno dei mattoni su cui progettare il nostro futuro di collaborazione e sostegno. Quella sussidiarietà che è la “mano” dello Stato a supporto dell'iniziativa dei cittadini e delle imprese, delle comunità ed è la capacità dei diversi attori di agire in sinergia. Fare rete significa rispetto e fiducia reciproca, la stessa idea di solidarietà che insieme a comunità, specializzazione e sussidiarietà sono le radici antiche che oggi meglio rappresentano l'idea di innovazione sociale. Fare rete è anche creare e rendere disponibili “beni comuni” a cui il territorio può attingere come la conoscenza diffusa, la disponibilità di competenze qualificate, la presenza di imprese fornitrici di servizi o di tecnologia, un ambiente sociale che premia i comportamenti non opportunistici, un governo del territorio che favorisce l’integrazione tra gli attori. Fare rete significa infine che le singole imprese diventano complementari le une con le altre e accumulano specializzazioni produttive, abilità, conoscenze e tecnologie che producono valore principalmente dentro la rete e allo stesso tempo riducono i costi della grande quantità di transazioni commerciali dentro e fuori la rete. Servono idee innovative che non lascino le iniziativa dei singoli e delle associazioni isolate, dimenticate, poco visibili. Serve il contributo di tutti in termini di visioni, di proposte, di suggerimenti, di esperienze, da parte di chi vive l'Umbria, il suo territorio e la sua gente, per fare in modo che la solidarietà sia un volano di sviluppo e non solo un paracadute sociale.

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Solidarietà

Propongo una piattaforma dove convergano dati inerenti le persone che ricorrono ai servizi di assistenza delle varie iniziative di solidarietà del privato sociale (a cominciare dalle caritas parrocchiali) e che ricorrono ai servizi sociali dei comuni . Per la privacy il singolo "nodo" sarà abilitato a vedere solo segnalazioni di accesso all'utilizzo dei servizi resi da altri "nodi" pubblici o privati, mentre vedrà tutti ...more »

Submitted by
Add your comment

Voting

0 votes
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

scuole senza computer e senza rete

V Circolo di Perugia

Submitted by
Add your comment

Voting

1 vote
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Punti di Accesso Assistito ai servizi in rete - PAAS -

In Toscana è già attiva dal 2005 una rete di Punti di Accesso Assistito ai Servizi in rete (PAAS), grazie ad un finanziamento regionale di cui hanno beneficiato i Comuni, che hanno stipulato accordi con le associazioni di volontariato locali. I Punti PAAS sono gestiti da volontari che aiutano in forma gratuita i cittadini meno esperti nella navigazione in rete e nella fruizione dei servizi on-line (ad esempio iscrizioni ...more »

Submitted by
Add your comment

Voting

1 vote
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Video tutorial per facilitare il rapporto con la PA

Sarebbe utile produrre dei video tutorial per aiutare i cittadini a comprendere più facilmente come accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione, come inoltrare domande ecc. I suddetti video dovrebbero essere realizzati in modo da facilitare la comprensione anche di argomenti complessi.

Submitted by
Add your comment

Voting

1 vote
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

comunità coesa e inclusiva

la paura del digital divide può aiutare a superare la paura del diverso: più che formare gli assistenti degli anziani, è preferibile affiancare esperti disabili a impacciati neofiti del web. umbriadigitale per una vera comunità inclusiva.

Submitted by
Add your comment

Voting

0 votes
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

sogno3.0

D'accordo con il presidente Soru, nel suo presupposto ideologico. Ma le alternative?

Submitted by
Add your comment

Voting

0 votes
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Digital Divide Imprese

Una proposta progettuale di Confindustria Umbria. La Regione ha investito molto per abbassare la percentuale di Cittadini in Digital Divide creando infrastrutture di connettività a banda larga dove non arriva l'ADSL. Serve il medesimo approccio anche per numerose aree industriali cresciute su porzioni di territorio Umbro, anche grazie a finanziamenti comunitari, particolarmente svantaggiato e ad oggi rimasto senza infrastrutture ...more »

Submitted by
Add your comment

Voting

8 votes
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Pagamenti Digitali

Pensare ad un nuovo modo per i pagamenti alla pubblica amministrazione, creare un sistema che attraverso internet, bancomat, ricevitorie e altri canali raccolga i pagamenti di tutti gli adempimenti e li renda facilmente eseguibili in modalità digitale. Un sistema che sia anche social che crei una comunità tra contribuenti e amministrazione di dialogo e totale trasparenza. Immaginiamo di poterci collegare a un sito sicuro, ...more »

Submitted by
Add your comment

Voting

10 votes
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Sogno3.0 - Alfabetizzazione "digitale" anziani adulti e bambini

Per la crescita è indispensabile l'alfabetizzazione "digitale" di anziani, adulti, giovani e bambini. Progetti formativi da mettere in campo subito, nelle scuole, nei circoli, nelle associazioni, negli oratori e in ogni luogo dove si possa realizzare il "sogno 3.0". In felice sintesi di concetto, una vera e propria "SCUOLA DIGITALE" da attivare nelle strutture formative della nostra società. Le reti di conoscenza si possono ...more »

Submitted by
1 comment

Voting

0 votes
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Aree Wi-Fi luoghi di socialità

Sarebbe auspicabile la copertura di aree pubbliche con connettività Wi-Fi per permettere l'accesso gratuito alla rete Internet da parte di cittadini e turisti. Tali aree sarebbero ottimi luoghi di socialità e incontro; da utilizzare strategiacmente per riqualificare lo spazio urbano.

Submitted by
Add your comment

Voting

3 votes
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Trasimeno Wireless e Piano Telematico Regionale

Valorizzare il progetto "Wireless Trasimeno" (titolare la Comunità Montana del Trasimeno) integrandolo a pieno titolo nell'ambito del Piano Telematico Regionale dell'Umbria e definendo un adeguato modello di gestione che consenta al territorio di continuare ad usufruire del doppio servizio di copertura tecnologica wi-fi già attivato (WiMax e Hiperlan) e, nel futuro, delle necessarie evoluzioni tecnologiche

Submitted by
1 comment

Voting

2 votes
Active

Comunità, inclusione, sussidiarietà, competenze

Un FabLab in ogni città

Come presidente dell'Associazione di promozione sociale “HackLab Terni”, propongo, anche a nome degli altri soci, la realizzazione di uno spazio comune utilizzabile per scambio di conoscenze ed esperienze, sul genere dei FabLab o degli Hackerspace che stanno fiorendo in tutto il mondo. Come si può vedere ne “La Social Innovation nell’Agenda delle Istituzioni”, redatta dal MIUR il 21.03.2013 (http://www.hubroma.net/wp-content/uploads/2013/03/Social-Innovation-Agenda-Appunti-Giornata1.pdf ...more »

Submitted by
1 comment

Voting

32 votes
Active